Giorno della Memoria

Il 27 gennaio 1945 i cancelli di Auschwitz furono aperti e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Sommacampagna ha deciso di ricordare il Giorno della Memoria con quattro appuntamenti online sui canali social del comune nei giorni 25-26-27-29 GENNAIO 2021

25-26-27-29 GENNAIO: iniziative online dedicate al Giorno della Memoria

«Parleremo della deportazione dal punto di vista di chi resta. Genitori, mogli o fidanzate, figli e familiari pesantemente colpite da un turbinio di emozioni — spiega l’Assessore alla Cultura Eleonora Principe — dal non conoscere il destino del proprio caro, alla gioia di riabbracciarlo ma con l’intima sofferenza di accettare di convivere con una persona cambiata dall’esperienza vissuta; dalla felicità per una lettera ricevuta alla disperazione per un ritorno mai avvenuto, dalla determinazione nel ricercare le tracce di un figlio morto, alla consolazione di riportarne a casa i resti.»

Nel rispetto delle limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria tuttora in atto, gli appuntamenti saranno gratuitamente visibili da tutti sui canali Facebook e YouTube del Comune di Sommacampagna dalle ore 20.45 con la seguente programmazione:

_ il 25 presentazione istituzionale de “Il Giorno della Memoria”: cos’è, perché viene ricordato attraverso un film documentario – introdotto e commentato dal Sindaco Fabrizio Bertolaso e dall’Assessore alla Cultura Eleonora Principe;

_ il 26 cortometraggio “Pallida Madre. Frammenti di un tempo incerto.” quattro storie di persecuzione e deportazione, rievocate da frammenti di lettera e taccuini scritti da deportate e deportati, indirizzati alle loro madri – regia di Carlo Saletti, interpreti Margherita Sciarretta e Mimmo de’ Tullio, consulenza storica Roberto Bonente, a cura dell’Associazione Créa di Custoza;

_ il 27 presentazione del libro della ricercatrice Silvia Pascale “Il diario di Mamma Teresa” che ripercorre la storia di una madre alla ricerca del proprio figlio, deceduto in un lager nazista – incontro con l’autrice per la prima volta a Verona e con la partecipazione del Presidente ANEI Orlando Materassi, a cura del Comitato Biblioteca

_ il 29 presentazione del libro di Elisa Guida “La strada di casa” una storia corale sul rientro a casa dei superstiti italiani di Auschwitz, Mauthausen, Buchenwald, Ravensbrück e Dachau, chi si occupò di loro e cosa significò il rientro in Italia? - incontro con l’autrice a cura dell’Associazione Créa di Custoza.

Non solo online, le iniziative pensate dal Comune per coinvolgere i cittadini nel ricordo della Giornata della Memoria arrivano nelle case grazie alla filmografia (scaricabile in fondo, tra i file allegati) raccolta dall’Associazione “Lanterna Magica” che gestisce il “Virtus Cinema” e alla bibliografica suggerita dalle bibliotecarie di Sommacampagna (clicca qui: https://sbpvr.comperio.it/library/Sommacampagna/i-fatti-in-un-libro/)

«La Shoah è purtroppo parte di molte memorie individuali e deve continuare ad essere ricordata nella memoria collettiva, anche dalle nuove generazioni — prosegue il Sindaco del Comune di Sommacampagna, Fabrizio Bertolaso — Per questo invitiamo tutti i concittadini/e, nel tempo libero, a mandarci le storie dei familiari deportati durante la Seconda guerra mondiale per arricchire l’Archivio Storico del nostro Comune.»

L'Archivio Storico Comunale sarà inoltre a disposizione per dare suggerimenti nella ricerca, per chi vuole conoscere meglio le storie di deportazione dei propri cari scrivendo ad: archiviostorico@comune.sommacampagna.vr.it

La rassegna organizzata dal Comune di Sommacampagna sulla Giornata della Memoria ha ottenuto anche i patrocini dei Borghi della Lettura e dell’Ufficio di Venezia del Consiglio d’Europa «Per il quale ringraziamo la Direttrice Luisella Pavan-Woolfe, sempre in prima linea nella promozione del patrimonio culturale europeo, nella protezione dei diritti umani e nelle attività di informazione e sensibilizzazione — conclude l’Assessore alla Cultura Eleonora Principe.