EMERGENZA CORONAVIRUS COVID-19: CHIARIMENTI SPOSTAMENTI

CHIARIMENTI SU SPOSTAMENTI: aggiornamento del 25 marzo, ore 12

CHIARIMENTI SU SPOSTAMENTI
Aggiornamento del 25 marzo, ore 12

Facendo seguito alla Circolare del Capo di Gabinetto del Ministero dell'Interno ufficializzata nella giornata di ieri, siamo a chiarire alcuni dubbi sollevati da molti cittadini, circa la vicinanza alla propria abitazione di un punto vendita sito in altro Comune.

Il concetto che sta alla base del DIVIETO è il ridurre al minimo gli spostamenti, per ridurre le possibilità di contagio tra persone e territori.

➡️ Si può uscire di casa SOLO per:
- esigenze lavorative
- assoluta urgenza
- motivi di salute

➡️ Allo stesso modo, si può uscire dal proprio Comune SOLO per:
- esigenze lavorative
- situazioni di necessità
- motivi di salute

➡️ La spesa deve essere effettuata nel luogo più vicino alla propria abitazione, anche se in altro Comune.
➡️ E' fondamentale limitare le uscite per la spesa ad una volta per settimana, incaricando UN SOLO soggetto per famiglia.
➡️ E' possibile recarsi in altro Comune, se nel proprio Comune non esiste un negozio che venda i beni di cui si necessita, fermo restando che deve essere il più vicino alla propria abitazione.
➡️ E' possibile fare la spesa lungo il percorso casa-lavoro o casa-luogo di assistenza anziani.

Di seguito il link alla suddetta circolare:

https://www.interno.gov.it/sites/default/files/circolare_dpcm_23_marzo_2020_rev_def_5.pdf?fbclid=IwAR1owK2-f5aOoB6_yFK1jlOvUeKit85sUeyA9ILwWuKYV-ZPYzm1LPlcsSo