Oltre un milione di euro alle SCUOLE PARITARIE

Scuole Paritarie Sommacampagna

Il Comune di Sommacampagna ha approvato all’unanimità una nuova, migliorativa, convenzione di durata triennale 2021-2023 per le Scuole Paritarie e i Nidi Integrati che prevede un contributo annuo pari a 1.090,00 € per ogni alunno residente frequentate, con un incremento del 2,5% rispetto al passato.

Oltre un milione di euro alle Scuole Paritarie.

In totale, con la nuova convenzione il Comune destina oltre un milione di euro in tre anni, suddivisi ogni anno in 300.000 € per le Scuole dell'Infanzia Paritarie e 34.500 € per la gestione degli asili nido integrati.

Le scuole paritarie — scuole con personalità giuridica privata che svolgono un servizio di pubblica utilità sulla base del principio di sussidiarietà — interessate dalla nuova convenzione che potrà essere rinnovata al termine del 2023, senza modifiche, per ulteriori tre anni sono: la “Gian Antonio Campostrini” di Sommacampagna, la “Ad Onore degli Eroi” e il nido integrato “Nido dei Sogni” di Caselle, la “Divina Provvidenza” e il nido integrato “Lo Scricciolo” di Custoza, il Centro Infanzia “Terre d’Infanzia” di Sommacampagna.

Nel Comune di Sommacampagna infatti, il fondamentale servizio della scuola per l’infanzia è assicurato da una Scuola d’Infanzia Statale e da quattro Scuole d’Infanzia Paritarie (due delle quali con asilo nido integrato) sorte per consentire l’accesso scolastico a tutti i bambini, al crescere della popolazione residente.

Oltre ad agire nell’interesse delle famiglie per agevolare il diritto alla formazione e calmierare la retta scolastica così che si avvicini il più possibile a quella della scuola pubblica, la nuova convenzione introduce due importanti novità:

«Il Comune di Sommacampagna ha una lunga e positiva storia di collaborazione con le Scuole Paritarie. Con le nuove convenzioni la rafforziamo, dando copertura all’80% delle spese per gli insegnanti di sostegno degli alunni con disabilità, sia della Scuola dell’Infanzia che dei Nidi Integrati, rispetto al precedente 50% — spiega l’Assessore alle Politiche Sociali e Scolastiche Paola Pighi — E confermando il contributo per la formazione degli insegnanti pari a 100,00 € per ogni insegnante, ovvero l’equivalente di 5 ore annue da destinarsi ad attività formative.»

Novità non trascurabili per i campi di applicazione e perché trovano spazio, nella nuova convenzione, pur mantenendo il contributo straordinario introdotto nel 2017 a copertura dell’80% della quota annua pro-capite per ogni alunno teoricamente necessario alla costituzione dell’ulteriore intera sezione composta da 24 bambine/i e il contributo massimo comunale corrisposto per il Grest pari a 36,55 € per giornata intera/bambino/mese.

Il 2020 è l’anno che verrà purtroppo ricordato nella storia per la pandemia Covid-19 e, durante l’obbligata sospensione dei servizi delle scuole paritarie nei mesi da marzo a giugno, l’Amministrazione Comunale, tramite l’Assessore Paola Pighi e il responsabile del servizio Massimo Giacomini, ha accolto le istanze delle scuole favorendo la liquidazione anticipata dell’acconto del 60% di quanto previsto dalla Convenzione in essere e liquidando il saldo già a settembre 2020.

Non solo, l’Amministrazione ha concesso un “contributo straordinario Covid-19” pari a 35.671,60 euro suddiviso tra le Scuole dell’Infanzia Paritarie in base al numero di iscritti ­— che al 15/01/2020 sono 223 totali così suddivisi: 78 alla “Gian Antonio Campostrini” di Sommacampagna, 107 alla “Ad Onore degli Eroi” di Caselle, 21 alla “Divina Provvidenza” di Custoza e 17 alla “Terre d’Infanzia” di Sommacampagna — che tiene conto dei maggiori costi che avrebbero dovuto sostenere per la riapertura del servizio nel rispetto dei protocolli antiCovid-19, per adeguamenti strutturali mantenimento delle distanze, aumento ore per le insegnanti così da organizzare più turni, incremento acquisto di materiale igienico-sanitario.