DIGITALIZZAZIONE pratiche edilizie: il Comune si affida ai GEOMETRI

Da fine giugno, la task force per la digitalizzazione del Collegio Geometri sarà operativa anche a Sommacampagna. Ieri mattina, infatti, il presidente del Collegio Geometri Fiorenzo Furlani e il vicesindaco Giandomenico Allegri hanno presentato l’accordo che è stato sottoscritto fra Collegio e Comune di Sommacampagna che prevede l’impegno dei geometri professionisti per scansionare e rendere digitali le pratiche edilizie conservate, in formato cartaceo, nell’archivio comunale.

L’impegno dei geometri è volontario e gratuito.

Il grande incremento delle richieste di accesso per ottenere il super bonus 110%, infatti, ha sottoposto gli uffici tecnici a una forte pressione con conseguente allungamento dei tempi per ottenere risposte. 

«In questo periodo, con la richiesta dell’agevolazione fiscale del 110%, l’accesso alle pratiche edilizie è notevolmente aumentato e con le sole risorse comunali si fatica a rispettare i consueti tempi di gestione delle pratiche — dichiara il vicesindaco del Comune di Sommacampagna Giandomenico Allegri — perciò quando il Collegio Geometri di Verona, nella persona del Presidente Furlani, ci ha proposto il supporto professionale dei geometri ci è sembrato giusto attivare una collaborazione istituzionale che consentisse di dare risposta alle esigenze dei cittadini di Sommacampagna. Ringrazio perciò il Collegio e i Geometri che hanno aderito gratuitamente all’iniziativa e che lavoreranno nei nostri uffici facilitando così l’accesso alle pratiche, dimostrando che quando si uniscono le forze si risolvono anche le questioni più complesse».

Con Sommacampagna diventano così 7 le Amministrazioni (Verona, San Giovanni Lupatoto, San Martino Buon Albergo, Castelnuovo del Garda, Grezzana e Cavaion Veronese) che affidano ai geometri professionisti le attività di digitalizzazione delle pratiche edilizie.

A Sommacampagna, sono 6 i geometri che, a turno e con scadenza settimanale, si dedicheranno alla digitalizzazione delle pratiche edilizie. Complessivamente, la task force dei geometri volontari è composta da un centinaio di professionisti, attivi negli altri Comuni aderenti al progetto. L’impegno dei geometri nella scansione delle pratiche edilizie durerà un anno.

«Ringrazio i colleghi – sottolinea il presidente Furlani – per aver dato la disponibilità ad impegnarsi, gratuitamente, a favore dei cittadini. Questo progetto, nato l’anno scorso con il Comune di Verona, sta crescendo e questo è merito degli alti valori di competenza, volontarietà e gratuità che animano la nostra categoria professionale. Il nostro impegno ha l’obiettivo di dare un contributo concreto alla digitalizzazione delle pratiche giacenti negli archivi Edilizia dei Comuni, soprattutto in questo momento storico in cui l’aumento delle richieste di accesso agli atti è legato alla possibilità di utilizzare il Bonus 110% e gli altri sgravi fiscali. Sicuramente, l’intervento dei geometri non risolverà il tema della digitalizzazione della PA, ma sarà utile per dare risposte in tempi più rapidi ai cittadini che chiedono di poter accedere ai bonus fiscali e che, per questo, hanno bisogno di verificare le pratiche riguardanti i propri immobili. La variabile tempo è determinante: ci sono precise scadenze entro cui i cittadini devono presentare domanda e, come geometri, ci mettiamo a disposizione della comunità».